lunedì 13 febbraio 2017

IL BENE E IL MALE


Risultati immagini per bene e male

Siamo bombardati da brutte notizie, giornali, tv, internet, non fanno altro che trasmettere notizie su quanto questo mondo sia crudele, su quanto gli esseri umani siano cattivi. Pedofili, assassini, stupratori, terroristi, teppisti, non sentiamo altro.......mi chiedo......perchè solo cattive notizie?....al mondo ci sono solo guerre e distruzione?......non sarà che solo le cattive notizie hanno un mercato?....si perchè il dubbio mi viene!....io vivo in questo mondo e conosco tantissime brave persone, ho esperienza di tantissimi gesti di generosità pura, tantissime testimonianze di bontà d'animo, di persone che spendono la loro vita per il prossimo. Mi vengono in mente tantissime persone che si dedicano ai ragazzi nello sport, persone che senza percepire un centesimo sono pronte a qualsiasi ora della notte a salire su un'ambulanza e andare a soccorrere qualcuno che neppure conoscono, persone che vanno nei centri Caritas e preparano e distribuiscono cibi, vestiti, a perfetti sconosciuti......il mondo, grazie a Dio è pieno di brave persone, è solo che questo non fa notizia e di conseguenza......il mondo ci appare brutto!......per un padre che maltratta la famiglia ci sono centomila bravi padri di famiglia che sono pronti a morire per la moglie e i oro figli......1 vs 100.000......possibile che vinca 1?....eppure è così!......su un prete pedofilo ci sono 10.000 preti che vanno in giro con le scarpe bucate e danno tutto ai poveri, educano i ragazzi e molte volte sono per loro l'unico esempio di onestà e rettitudine....ma diecimila preti santi non valgono un prete pedofilo....il mondo a volte è assurdo!.......se un medico sbaglia una diagnosi non conta se altri 500.000 salvano 1.000.000 di vite umane....e potrei continuare all'infinito......il male fa notizia, il bene è per i bigotti......e così......viviamo in un mondo che ci appare brutto e cattivo........Io dico che questo non è giusto!......il mondo è pieno di brave persone, il mondo è pieno di santi.......pensateci........se fosse come vogliono farci credere sarebbe veramente uno schifo!.....non dico che il male non esiste, dico solo che esiste anche il bene, e grazie a Dio è più il bene del male......anche se non si direbbe....è così!

venerdì 3 febbraio 2017

1° VENERDI'






Nelle celebri rivelazioni di Paray le Monial, il Signore chiese a S. Margherita Maria Alacoque che la conoscenza e l'amore del suo Cuore si diffondessero nel mondo, come fiamma divina, per riaccendere la carità che languiva nel cuore di molti.
Una volta il Signore, mostrandole il Cuore e lamentandosi delle ingratitudini degli uomini, le chiese che in riparazione si frequentasse la Santa Comunione, specialmente nel Primo Venerdì d'ogni mese.
Spirito di amore e di riparazioneecco l'anima di questa Comunione mensile: di amore che cerca di contraccambiare l'ineffabile amore del Cuore divino verso di noi; di riparazione per le freddezze, le ingratitudini, il disprezzo con cui gli uomini ripagano tanto amore.
Moltissime anime abbracciano questa pratica della Santa Comunione nel Primo Venerdì del mese per il fatto che, tra le promesse che Gesù fece a S. Margherita Maria, vi è quella con la quale Egli assicurava la penitenza finale (cioè la salvezza dell'anima) a chi per nove mesi consecutivi, nel Primo Venerdì, si fosse unito a Lui nella Santa Comunione
Ma non sarebbe molto meglio deciderci per la Santa Comunione nei Primi Venerdì di tutti i mesi della nostra esistenza? 
Tutti sappiamo che, accanto a gruppi di anime ferventi che hanno compreso il tesoro nascosto nella Santa Comunione settimanale, e, meglio ancora, in quella quotidiana, vi è un numero sterminato di coloro che raramente durante l'anno o solo a Pasqua, si ricordano che vi è un Pane di vita, anche per le anime loro; senza tener conto di quanti neppure a Pasqua sentono il bisogno del nutrimento celeste.
La Santa Comunione mensile costituisce una buona frequenza alla partecipazione dei divini misteriIl vantaggio e il gusto che da essa l'anima ritrae, forse indurranno dolcemente a diminuire la distanza tra un incontro e l'altro col Maestro divino, fino anche alla Comunione quotidiana, secondo il desiderio vivissimo del Signore e della Santa Chiesa.
Ma questo incontro mensile deve essere preceduto, accompagnato e seguito da tale sincerità di disposizioni che veramente l'anima ne esca ristorata.
Il segno più certo del frutto ricavato sarà la constatazione del miglioramento progressivo della nostra condotta, ossia della maggiore somiglianza del cuore nostro al Cuore di Gesù, attraverso l'osservanza fedele e amorosa dei dieci comandamenti.
"Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna" (Gv. 6,54)
LE PROMESSE DI NOSTRO SIGNORE PER I DEVOTI DEL SUO SACRO CUORE 
Gesù benedetto, apparendo a S. Margherita Maria Alacoque e mostrandole il suo Cuore, splendente come il sole di fulgidissima luce, fece le seguenti promesse per i suoi devoti: 
1.       Io darò loro tutte le grazie necessarie al loro stato
2.       Metterò e conserverò la pace nelle loro famiglie
3.       Li consolerò in tutte le loro pene
4.       Sarò loro sicuro rifugio in vita e specialmente in punto di morte
5.       Spanderò copiose benedizioni su di ogni loro impresa
6.       I peccatori troveranno nel mio Cuore la sorgente e l'oceano infinito della misericordia
7.       Le anime tiepide si infervoreranno
8.       Le anime fervorose giungeranno in breve tempo a grande perfezione
9.       La mia benedizione poserà anche sulle case dove sarà esposta ed onorata l'immagine del mio Cuore
10.     Ai sacerdoti io darò la grazia di commuovere i cuori più induriti
11.    Le persone che propagheranno questa devozione, avranno il loro nome scritto nel mio Cuore e non ne sarà cancellato mai.
12.   A tutti quelli che, per nove mesi consecutivi, si comunicheranno al primo venerdì d'ogni mese, io prometto la grazia della perseveranza finale: essi non morranno in mia disgrazia, ma riceveranno i Santi Sacramenti (se necessari) ed il mio Cuore sarà loro sicuro asilo in quel momento estremo
La dodicesima promessa è detta "grande", perché rivela la divina misericordia del Sacro Cuore verso l'umanità.
Queste promesse fatte da Gesù sono state autenticate dall'autorità della Chiesa, in modo che ogni cristiano può credere con sicurezza alla fedeltà del Signore che vuole tutti salvi, anche i peccatori. 
CONDIZIONI
Per rendersi degni della Grande Promessa è necessario:
1. Accostarsi alla Comunione.        La Comunione va fatta bene, cioè in grazia di Dio; quindi, se si è in peccato mortale, bisogna premettere la confessione.
2. Per nove mesi consecutivi. Quindi chi avesse incominciato le Comunioni e poi per dimenticanza, malattia,ecc. ne avesse tralasciata anche una sola, deve incominciare da capo.
3. Ogni primo venerdì del mese. La pia pratica si può iniziare in qualsiasi mese dell'anno. 
ALCUNI DUBBI
SE, DOPO FATTI I NOVE PRIMI VENERDì CON LE DEBITE DISPOSIZIONI, UNO CADESSE IN PECCATO MORTALE, E POI MORISSE ALL'IMPROVVISO, COME POTREBBE SALVARSI?  
Gesù ha promesso, senza eccezione alcuna, la grazia della penitenza finale a tutti coloro che avranno fatto bene la Santa Comunione nel primo venerdì di ogni mese per nove mesi consecutivi; quindi si deve credere che, nell'eccesso della sua misericordia, Gesù dia a quel peccatore moribondo, la grazia di emettere un atto di contrizione perfetta, prima di morire. 
CHI FACESSE LE NOVE COMUNIONI CON L'INTENZIONE DI PROSEGUIRE POI PIù TRANQUILLAMENTE A PECCARE, POTREBBE SPERARE IN QUESTA GRANDE PROMESSA DEL SACRO CUORE DI GESU'? 
No di certo, anzi commetterebbe tanti sacrilegi, perché accostandosi ai Santi Sacramenti, è necessario avere la ferma risoluzione di lasciare il peccato. Un conto è il timore di tornare ad offendere Dio, e altro la malizia e l'intenzione di seguitare a peccare. 
Le chiese dovrebbero straripare di gente......come si fa a non voler fare questo?.......è una Promessa talmente grande e importante.......un immenso ennesimo regalo per l'umanità intera......anche se.......sembra facile!.....ma non lo è affatto......ci vuole tantissima volontà e preghiera, perchè nove mesi sono tanti, e non sempre il primo venerdì è semplice liberarsi dai mille tormenti che affliggono la nostra vita.....senza contare le tentazioni del maligno.......si può fare solo pregando il Signore e chiedendo il Suo Aiuto......e decidendo che questa è La Priorità!

martedì 31 gennaio 2017

LA FREQUENZA DEI RICORDI

Non ci sono dubbi sul fatto che la musica susciti forti emozioni, possa rievocare momenti belli e brutti della nostra vita......la musica viene dal Divino e scuote la nostra anima.......è provato scientificamente che l'Essere Umano non può fare a meno della musica.....guardate e ascoltate questo video....


giovedì 26 gennaio 2017

L' EREDITA'

Ho l'impressione che il tempo che stiamo vivendo non verrà ricordato dai nostri discendenti come un "buon periodo". Analizzando in generale l'attuale situazione mi viene in mente......ma perchè Dio non ci fulmina tutti all'istante e ci cancella dalla faccia della terra?.....uomini contro uomini....e vabbè questa è una storia vecchia........uomini che vogliono essere donne e donne che vogliono essere uomini....ci vorrebbero le emoticon per rendere l'idea della mia faccia quando scrivo questa frase......uomini e donne che fanno a gara a chi più può uccidere i propri figli...l'aborto è divenuto un modo per misurare il livello niente meno che di civiltà (emoticon con io che vomito).....uomini che accumulano talmente tante ricchezze da togliere il pane al restante 90% della popolazione mondiale....come se le bare avessero i cassetti (emoticon...poveri illusi)........uomini che...udite udite...pensano di essere Dio (emoticon con io buttato in terra a ridere)........l'1% della popolazione mondiale che impone al restante 99% una teoria contro natura e contro Dio ( emoticon......ma perchè noi lo tolleriamo?)......uomini e donne che hanno perso il senso della Vita......uomini e donne che ci odiano perchè siamo Cristiani (emoticon......storia vecchia....non l'avrete vinta neanche sta volta!)......uomini e donne che non lottano per i valori veri della vita e si vergognano davanti alla Croce (emoticon...io che piango)........uomini e donne totalmente alla deriva........padri e madri che si comportano da figli........figli che a dodici anni hanno già fatto e visto tutto.........no, non credo che i nostri figli e i figli dei nostri figli potranno mai ringraziarci........in poco più di cinquant'anni abbiamo distrutto secoli di storia e di valori......sto esagerando?......io non credo!


QUESTO POST E' SENZA FOTO......NON HO TROVATO UNA FOTO CHE RAPPRESENTASSE ......COSA?........IL DELIRIO!

giovedì 19 gennaio 2017

NUOVO POST

Eccomi dopo più di un mese con un nuovo post. Perchè scrivo dopo più di un mese?....la risposta è che ho una vita molto intensa e spesso non trovo il tempo di dedicarmi al Blog. C'è il lavoro, la famiglia, e mille cose da fare ogni Santo giorno. Grazie a Dio vivo intensamente la mia vita e nei ritagli cerco di riposarmi e se si aggiunge il fatto che condivido il pc con due figli e una moglie.....rimane poco tempo. Forse c'è anche il fatto che non è facile scrivere, trovare argomenti da condividere.....comunque adesso sono qui!!!......e cercherò di riassumere un mese e mezzo di assenza!!!
Eravamo rimasti al ponte dell'Immacolata trascorso in montagna, una bellissima esperienza, quindi sono arrivate le feste di Natale, la preparazione con la Novena Natalizia , il Santo Natale trascorso tra funzioni religiose e bellissimi pranzi e cene circondati dal calore della famiglia, la fine del 2016 e l'inizio del 2017....idem come sopra.....l'Epifania....ecco se le feste sono state fantastiche, il fine settimana dell'Epifania e stato superlativo, tre giorni con tutta la famiglia  trascorsi tra casa, chiesa,  presepi viventi, e  una fantastica giornata dedicata a shopping, cinema e passeggiata, solo noi, quattro creature baciate dall'Amore di Dio.....non voglio nient'altro dalla mia vita. Dopo le feste si ricomincia, i ragazzi tornano a scuola e noi a lavoro, gli ultimi giorni sono stati caratterizzati dal grande freddo che ha travolto la mia isola, neve dappertutto e temperature più consone alle Alpi che al centro del Mediterraneo.....comunque il peggio sembra passato!!!.....Ecco tutto qui......un semplice spaccato di vita quotidiana.....

martedì 13 dicembre 2016

PONTE DELL'IMMACOLATA

Sono stati quattro giorni bellissimi. Abbiamo trascorso il ponte dell'Immacolata tra mercatini di Natale Alto Atesini, cucina tipica e buona compagnia. Da Bolzano a Merano da Chiusa a Bressanone per chiudere con Trento. Atmosfera Natalizia...la vacanza è iniziata con la Santa Messa dell'Immacolata presso la parrocchia Beato Andrea di Peschiera del Garda, guarda caso a pochi passi dal nostro primo albergo.  Ci siamo subito tuffati all'interno del mercatino natalizio più grande d'Europa, piazza Walther a Bolzano. Bellissimo..........passeggiata nel centro storico, pranzo con pane tipico, speak, formaggio e Vin Brulè, pomeriggio in compagnia di Davide Garau (mio cugino) e Giulia la fidanzata, visita al museo di Otzi (ne ho parlato qui) cena e passeggiata a Merano.....incantevole.... albergo in una frazione di Chiusa, Lazfons. Giorno successivo trascorso a Bressanone dove abbiamo incontrato Giovanni, amico di Senorbì nonchè mio allievo  di musica ai tempi della Banda e oggi illustre professore di informatica presso l'Istituto superiore di Brunico e asse portante del coro Polifonico della Cattedrale di Bressanone. Giro turistico con particolare attenzione alla parrocchia e alla vicinissima e bellissima Cattedrale....pranzo tipico, passeggiata e nel pomeriggio partenza per Trento...ancora mercatini e dolci tipici........infine...ultima notte a Orio al Serio e rientro a casa per fine viaggio.....e..... come si dice da noi.....attrus'annus.......e si risponde.... Deus Bollada...






mercoledì 7 dicembre 2016

BAROCCO

Arcangelo Corelli (Fusignano, 17 febbraio 1653 – Roma, 8 gennaio 1713) è stato un compositore e violinista italiano del periodo barocco.
Considerato tra i più grandi compositori del periodo barocco, fondamentale fu il suo contributo allo sviluppo della forma musicale della sonata e del concerto grosso, che egli portò ad un altissimo livello di equilibrio e perfezione formale. Lo stile introdotto da Corelli e sviluppato dai suoi allievi, quali Pietro Locatelli, Pietro Castrucci, Giovanni Stefano Carbonelli ed altri, ebbe un'importanza vitale per lo sviluppo del linguaggio del violino. È stato detto che i percorsi di tutti i famosi violinisti-compositori del XVIII secolo in Italia portano a Corelli, che fu il loro "iconico punto di riferimento"

Nacque a Fusignano, nella Romagna estense, nel 1653. Studiò a Bologna (che era allora il centro più avanzato per la musica strumentale ad arco con Giovanni Benvenuti e Leonardo Brugnoli; nel 1670 venne accolto nell'Accademia Filarmonica. Nel 1671 si stabilì a Roma dove fu dal 1679 violinista del Teatro Capranica e si perfezionò nella composizione con Matteo Simonelli. Nel 1679-1680 soggiornò forse in Germania; ma la sua attività si svolse esclusivamente a Roma, dove ebbe come suoi protettori e mecenati i cardinali Benedetto Pamphilj e Pietro Ottoboni. Fu inoltre in buoni rapporti con Cristina di Svezia, per la quale non solo compose sonate destinate agli intrattenimenti privati di Palazzo Riario (ora Corsini), ma diresse anche ampie compagini strumentali. Si ricorda a tal proposito l'esecuzione, avvenuta nel 1687, di un'Accademia per musica di Bernardo Pasquini in onore dell'ambasciatore d'Inghilterra, con la partecipazione di centocinquanta archi diretti da Corelli e di un centinaio di cantori. Dopo la morte di Cristina di Svezia, avvenuta nel 1689, aristocratici e prelati romani fondarono in sua memoria nel 1690 un'accademia poetico/musicale che successivamente fu detta "Arcadia". Gli adepti dell'accademia usavano pseudonimi che rimandavano all'età greca mitica (Corelli assunse il nuovo nome di "Arcomelo Arimanteo").
Nel 1702 si esibì alla corte di Napoli, da dove ritornò amareggiato. Iniziò quindi un periodo di irreversibile declino. Nel 1708 lasciò ogni attività pubblica; trascorse gli ultimi anni di vita in volontario ritiro, a Roma. La sua fama nazionale ed europea non venne però mai meno tra i contemporanei. Anche per questo fu sepolto nel Pantheon (morì a Roma nel 1713), dove tuttora si trova la sua tomba.
Diede nuovo impulso alla forma della sonata a tre, pubblicando, tra il 1681 e il 1694, quattro raccolte, comprendenti ciascuna dodici sonate (Sonate da chiesa op. 1 ed op.3, sonate da camera op. 2 e op. 4), le quali segnano un punto conclusivo dell'evoluzione di questa forma in Italia. Nella sonata a tre, Corelli sfrutta a fondo le caratteristiche al tempo stesso di brillantezza e cantabilità del violino, tanto nella forma da camera, destinata ad un organico di due violini e violoncello o clavicembalo e composta da 3 o 4 movimenti distinti in forma di danze (suite), che nella forma da chiesa, nella quale i due violini sono accompagnati da un organo e da un violoncello (o in alternativa da un arciliuto) che esegue una parte obbligata, spesso in funzione concertante alla pari coi violini. La scrittura, nobile ed espressiva, è sostenuta da un contrappunto vigoroso e di studiate dissonanze. Nell'op. 5, pubblicata nell'anno 1700, Corelli affrontò anche la sonata per violino solo e basso. Qui, le prime 6 sonate sono nella forma "da chiesa" e le 6 successive in quella "da camera". Conclude la raccolta una lunga serie di variazioni sulla popolare aria della Follia. L'op. 6, infine, pubblicata postuma nel 1714 con la curatela dell'amico, allievo e fidato collaboratore Matteo Fornari, e dedicata a Guglielmo del Palatinato (Wilhelm von der Pfalz), è la raccolta di composizioni più ambiziosa di Corelli. Come nell'opera 5, si tratta di materiale che era stato composto in vari momenti durante l'ultimo trentennio di attività. L'op. 6 ebbe grande successo per il suo valore musicale, tuttavia venne stampata in un momento in cui ormai il gusto musicale si indirizzava piuttosto verso le nuove avventure del concerto solistico. Fra i concerti, 8 "da chiesa" e 4 "da camera", si ricorda il Concerto grosso fatto per la notte di Natale, numero 8 dell'opus.